In occasione della Giornata Mondiale della Filosofia abbiamo deciso di omaggiare la città che più tra tutte è diventata nei secoli simbolo della conoscenza filosofica, l’ineguagliabile Atene!

Passeggiando per le vie di questa grande metropoli si respira ancora l’antica atmosfera di curiosità e cultura che aleggiava nella città ai tempi di Platone e Socrate. Atene non è solo la capitale della Grecia, ma il cuore antico e saggio del mondo, la terra in cui affondano le nostre radici culturali, la grande madre della democrazia.

Scopriamo insieme 5 chicche speciali che gli amanti della filosofia non potranno proprio farsi sfuggire una volta arrivati ad Atene.

 

L’Accademia Platonica

 

Quando si parla di filosofia greca riaffiorano subito alla mente i nomi di Platone, Aristotele, Socrate e Pitagora. Il loro pensiero e le loro filosofie nacquero ad Atene migliaia di anni fa nelle scuole ed accademie, dei veri e propri luoghi consacrati al sapere. L’accademia più famosa, quella platonica, è visitabile ancora oggi. Ciò che rimane è un idilliaco parco dove riaffiorano dal terreno le rovine di quello che doveva essere un maestoso edificio circondato da giardini. Il sito è stato riscoperto nel secolo scorso ed ora i visitatori possono accedervi da ambo i lati della via Cratylus. All’interno del complesso archeologico potrete ammirare la Sacra Casa Geometrica dedicata ad Era, il Gymnasium, la Casa a Volta protoellenica, il Palazzo del Peristilio e, appunto, l’Accademia di Platone.

 

La Prigione di Socrate

 

Tra le molte bellezze che poterete ammirare sull’Acropoli, vogliamo suggerire agli amanti della filosofia di prestare particolare attenzione a due grotte scavate nella roccia, denominate appunto “Prigione di Socrate”. Questo due cavità infatti rievocano il processo per empietà a cui il grande maestro fu sottoposto in cui venne accusato di deviare le menti dei giovani ateniesi. Il filosofo tentò prima un’auto difesa infine decise di darsi la morte assumendo della cicuta e lasciare che fosse la verità a parlare per lui.

 

La Biblioteca di Adriano

 

Facendo un salto avanti nel tempo in epoca romana, vi consigliamo di vistare i resti della Biblioteca di Adriano. Si tratta di un luogo di cultura e sapere fondato all’epoca del grande imperatore. Tra le sue stanze era possibile trovare i maggiori compendi di filosofia greco-romana dell’epoca. La biblioteca occupava una zona piuttosto estesa ed era circondata da 1000 colonne. Nel centro vi era un ampio atrio che nel V secolo venne utilizzato come chiesa paleocristiana. Il biglietto combinato con l’Acropoli comprende anche la Biblioteca di Adriano, vi consigliamo quindi non perdervi questa suggestiva tappa!

 

L’Areopago

 

Atene fu la casa non solo della filosofia classica ma anche luogo d’incontro con altre filosofie antiche come quella cristiana. Uno dei primi incontri tra mondo greco e mondo cristiano avvenne proprio nell’Areopago di Atene, la piazza principale della polis. Qui infatti venne condotto Paolo di Tarso (futuro San Paolo) affinché tenesse un discorso per spiegare la sua visione a filosofi stoici ed epicurei. Paolo arrivò ad Atene alla fine del 49 e si presentò al popolo ateniese riunito all’Areopago per spiegare la sua conversione e la nuova filosofia. Paolo si trovò davanti una platea di universitari, filosofi ed anche turisti. Pochi colsero davvero il senso del suo messaggio ma si trattò comunque di un evento di grande rilevanza storica.

Hotel Academia of Athene

 

Se poi non vorrete rinunciare allo spirito della filosofia anche per il pernottamento potrete pernottare all’Academias Hotel, Autograph Collecion. Questa struttura ha scelto di farsi ispirare proprio dall’antica Accademia Platonica in una reinterpretazione moderna dedicata al “risveglio dei sensi”.

Naturalmente il pezzo forte è il ristorante dall’appropriato nome di Symposium Restaurant.